prima comunione Petit bambina
 
prima comunione bambino Petit
in vendita nella boutique Petit di Sora

Consigli e suggerimenti :

Prima Comunione: l’abito giusto?

Ecco i nostri consigli

 

La prima comunione è un momento molto importante per tutti i bambini. Oltre al suo significato religioso, rappresenta la loro prima occasione di celebrare un avvenimento importante ed unico della loro vita e richiede, sia che si festeggi in grande o in modo più contenuto, un look adeguato con abiti adatti all’evento.

 

Inoltre, sempre più spesso, la prima comunione coincide, soprattutto per le bambine, con il momento della vita in cu si inizia a sviluppare e ad affermare la propria personalità ed i propri gusti, il consiglio pertanto è quello di assecondare il più possibile le preferenze dei vostri bambini (ma senza esagerare!)


Quando la prima comunione è di una bambina, c’è davvero solo l’imbarazzo della scelta. Per chi ama gli abiti classici, e più tradizionali da piccola sposina, si può optare per le forme più ampie, con la gonna lunga, composta da diversi strati di tulle, organza, seta o chiffon e un corpetto più stretto, senza maniche o con le maniche appena accennate.


I look più moderni in fatto di abiti da comunione, invece, strizzano decisamente l’occhio al guardaroba meno classico e vogliono vestiti più leggeri, meno pomposi e senza troppi fronzoli. Perfetti gli abiti di tessuti morbidi e freschi, dallo chiffon al cotone, fino al lino e al pizzo sangallo, magari stretti in vita, con la gonna al ginocchio leggermente a ruota o a palloncino.


Per quanto riguarda i colori, non c’è una regola precisa, ma le nuance più gettonate per gli abiti da bimba per la prima comunione sono quelle del bianco, del panna fino al beige e al sabbia. Via libera anche a tutte le tonalità pastello e colori chiari, perfetti per la stagione primaverile, con un occhio alle tendenze del momento.


Giusta attenzione anche gli accessori. Meglio evitare i gioielli e le acconciature troppo da adulte, ma puntare su piccoli dettagli come fermagli o cerchietti il più possibile coordinati con l’abito. Se l’abito è semplice, senza troppe decorazioni, per esempio, si può osare con un cerchietto più eccentrico, che richiami le sfumature del look e i tessuti scelti.


Le scarpe
Meglio sceglierle basse! Il motivo è semplice: innanzitutto i tacchi, oltre a essere di cattivo gusto se indossati da una bambina, provocano problemi alla schiena se indossati precocemente e non sono comodi.
Meglio optare per ballerine e bebè, che danno sempre un tocco di classe e non fanno male ai piedini: così la vostra bimba potrà correre e giocare insieme agli altri bambini godendosi appieno la sua festa!


E per i maschietti?
Chi l’ha detto che per i maschietti non c’è ampia scelta quando si tratta di abiti da comunione? Anche i bimbi, sia che si tratti della loro prima comunione o di una cerimonia in genere, da Petit possono spaziare dagli abiti più classici e rigorosi (vedi smoking), che imitano quelli dei “grandi”, a quelli più casual e alla moda, come gli spezzati.


Con un bel paio di pantaloni, blu o sabbia, abbinati ad una camicia azzurra o bianca e a una giacca di cotone in tinta coordinata, non si rischia mai di sbagliare e rappresenta sempre un look raffinato e non eccessivo per il bambino che riceve la prima comunione.


Per le calzature, anche per il maschietto, il buon gusto richiede che almeno in una giornata così importante il look dei bambini sia impeccabile. Da bandire per esempio le calzature troppo casual, come le scarpe da ginnastica sportive che i bambini usano di solito per andare a scuola. Via libera invece a tutte quelle stringate, mocassini e anche sneakers, basta che siano in pelle o comunque in materiali e forme più ricercati del normale.


Nelle nostre boutique, troverete sempre personale esperto che vi guiderà nella scelta giusta fra decine di modelli, troverete sempre il perfetto mix tra eleganza, praticità, originalità e fantasia, al passo con le ultime tendenze della moda e con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Per la cerimonia dei tuoi piccoli c’è da sempre Petit

 

 

 

  inizio pagina